GIRONE A

Prime tre posizioni ormai definite. Omegna, dopo aver surclassato anche Pavia, deve vincere solo una delle prossime due uscite per essere matematicamente prima. La Fiorentina infatti ha lo svantaggio nel doppio confronto e quindi dovrà continuare il proprio cammino perfetto, avuto nelle ultime uscite (sei vittorie consecutive) e sperare in un disastro sportivo piemontese (ma chi di speranza vive…).

Milano invece, nonostante qualche problema di troppo, riesce a superare una intraprendente Varese che, già certa dei play-out, prova a mantenere la quartultima posizione, soprattutto grazie ad un buonissimo stato di forma ritrovato probabilmente nel momento più importante della stagione.

Piombino e Montecatini si contendono la quarta posizione. Il pessimo stop di Montecatini, in casa con la Fiorentina (il punteggio finale dirà +19 ospite), complica e riapre i giochi, dato che Piombino riesce ad imporsi nella delicata sfida ad Oleggio, tornando alla vittoria dopo ben tre turni di campionato.

Nella parte centrale della classifica, la lotta ai play-off si fa incandescente. Ora son sei le squadre, separate da 2 soli punti, a contendersi le ultime 3 posizioni. Cecina ed Empoli, dopo aver superato una pessima prima parte di stagione, sembrano quelle più in forma in questa ultima fase, in grado di far risultati importanti che le han permesso di risalire prepotentemente la classifica stessa.

Nella lotta per non retrocedere, invece, i giochi sono praticamente fatti. Oltre alla già retrocessa Livorno (che perde ancora, a San Giorgio), Oleggio se la vedrà con Moncalieri, Varese affronterà Alba (che esce sconfitta, dopo un’ottima prestazione, in casa contro San Miniato). Va definito solo il fattore campo di quest’ultimo play-out: la Robur et Fides conserva al momento 2 punti di vantaggio sui piemontesi.

GIRONE B

È questo il girone più “incerto”, visto che molti verdetti devono essere ancora scritti. Le posizioni play-off non sono ancora certe ed è un continuo alternarsi; la griglia play-out ancora da definirsi.

Cento, che continua a vincere, è, al momento, l’unica certezza. A Rimini è stata gara vera, durata 45’, con i Crabs ad agguantare il pareggio a pochi secondi dalla fine. Ma nell’overtime, lo sforzo per contrastare i centesi si fa sentire e son costretti a cedere. Una sconfitta che la lascia imbrigliata nella lotta alla salvezza diretta.

Altro pessimo scivolone per Piacenza, stavolta a Padova (che non era di certo nel suo momento migliore) e seconda posizione nuovamente ceduta a Crema, in grado di vincere, anch’essa dopo un supplementare, sull’ostico campo di Forlì, grazie ad una tripla allo scadere di Ferraro.

Proprio la vittoria di Padova complica le cose a Desio, sconfitta in quel di Lecco. I lombardi conservano sempre l’ottava posizione, ma con un risicato vantaggio in classifica (2 punti) ed un doppio confronto ad essa favorevole. Un solo risultato utile a Desio, nelle prossime 2 uscite, le garantirà l’accesso matematico ai play-off.

Quattro squadre in 2 punti a contendersi la salvezza diretta. È questo il quadro nella parte bassa della classifica. La netta vittoria di Reggio Emilia su Palermo, le permette di raggiungere Rimini ed Olginate (sconfitta a Faenza) a quota 22, staccando Bernareggio caduta, dopo un supplementare, a Lugo, che torna alla vittoria dopo 10 sconfitte.

Anche l’ultima posizione è ancora da decretare: Costa Volpino e Palermo sono appaiate a quota 12, con i primi in vantaggio negli scontri diretti. Nonostante un calendario apparentemente favorevole ai lombardi, in questo girone, così come vissuto per l’intera stagione, tutto può ancora succedere.

GIRONE C

Non conosce velleità il cammino della capolista. Anche a Civitanova, una compagine di tutto rispetto che sta contendendosi un posto tra le prime otto, San Severo impone il proprio gioco, il proprio strapotere in un girone nettamente dominato.

La Cestistica nel prossimo impegno ritroverà al PalaCastellana l’ex Piero Coen con la sua Recanati (vincente su Matera nell’ultimo turno), già battuta nella gara d’andata. Marchigiani che saranno costretti a vincere per mantenere Bisceglie a debita distanza.

Gli uomini di coach Sorgentone infatti, vincendo ancora, seppur con qualche difficoltà contro Val di Ceppo, sono col fiato sul collo sui leopardiani.

Pessimo scivolone per Pescara in quel di Senigallia dove Paparella (33pt) e compagni infliggono una dura lezione agli ospiti, sotto per tutti i 40’ e con svantaggio che sfiora le venti lunghezze. Per l’Amatori una sconfitta meno amara del previsto, dato che mantiene la quarta posizione ma il vantaggio proprio su Senigallia è ora, a 2 gare dal termine, di sole 2 lunghezze.

Porto Sant’Elpidio perde un match importante in quel di Giulianova. Una vittoria, infatti, le avrebbe dato la matematica certezza alla post season. Ma gli abruzzesi son sembrati più affamati (ed anche più precisi al tiro), riaprendo così le possibilità di raggiungere la zona franca.

La vittoria ad Ortona lascia aperta ancora una porticina a Campli per la corsa all’ultima posizione utile play-off. Nonostante un girone di ritorno da dimenticare, con 7 sconfitte (tre consecutive prima di domenica), nel prossimo turno affronterà tra le mura amiche Matera, ottava e distanziata di sole 2 lunghezze.

Pessima sconfitta per Nardò in quel di Teramo, con un pesante ventello sul groppone che riapre la lotta alla salvezza diretta. La suddetta vittoria di Giulianova, infatti, ha ridotto il vantaggio sulla zona play-out e, nel prossimo incontro, le due compagini si affronteranno in Salento, per una sfida che varrà un campionato intero.

Nella zona rossa, segnaliamo un risultato eclatante che ha dell’incredibile: dopo essere stata per larghi tratti in vantaggio, Fabriano si lascia sorprendere negli istanti di gioco da Cerignola, vincente di una sola lunghezza. Gli ofantini adesso sono quartultimi, che equivale al fattore campo nella lotteria play-out tra le due compagini.

GIRONE D

Vetta del girone ormai certa per Palestrina, che continua a vincere nettamente (ultima in casa della Tiber Roma) ed ha ora due “match ball” per chiudere il discorso. Barcellona infatti le resta alle calcagna, avendo vinto anche il recupero contro Capo d’Orlando, ma 2 punti di svantaggio ed il doppio confronto a favore dei laziali lasciano ben poche speranze al sogno primo posto.

Una duplice vittoria ravvicinata che consolida però la propria seconda posizione, visto che la forte Cassino, impostasi prepotentemente a Patti, si era avvicinata pericolosamente.

Salerno tiene il passo dei benedettini, vincendo a Cagliari ma, nel prossimo incontro, dovranno affrontare un’altra trasferta, stavolta decisamente più proibitiva, scendendo in Trinacria per contendersi 2 punti dall’altissimo peso specifico contro Barcellona. Una vittoria garantirebbe la zona alta play-off, un risultato negativo potrebbe compromettere anche la sua attuale quarta posizione.

Resta infatti in corsa Valmontone, che torna alla vittoria sul campo della LUISS. Il calendario è decisamente favorevole, specie rispetto a quello di Salerno, che dovrà affrontare nelle prossime due gare, rispettivamente la seconda e la prima della classe. Bisogna crederci ma… guai a sbagliare.

Una LUISS ormai impantanata, che si è complicata definitivamente la vita: questa serie di risultati negativi nel girone di ritorno han fatto sì che la Stella Azzurra ritornasse in corsa non soltanto per i play-off (grazie alla serie positiva di 10 gare), bensì anche per la sesta piazza.

Lotta serrata per l’ottava ed ultima posizione. Sono tre le squadre ancora in lizza per la post season, ma ce n’è una nettamente in vantaggio, qual è Scauri. La vittoria dei ciociari in quel di Capo d’Orlando, infatti, le han permesso ora di raggiungere i siciliani (con cui hanno un netto 2-0 negli scontri diretti), insieme a Catanzaro, vincente con Battipaglia.

Catanzaro che però avrà un complicato impegno già domenica prossima, contro Palestrina, per poi giocarsi lo scontro diretto proprio con Capo d’Orlando (una gara che però potrebbe non avere più senso).

Mario Caposiena
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

 

acapt 300x100enoagrimmgiarnieri 300x100casalemarmi 300x100dyrectalab 300x100

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.

Area Riservata