2018-PO-SF-G5-SanSevero-vs-Salerno-01.jpgLa Allianz Pazienza Cestistica Città di San Severo chiude sul 3-2 la serie di semifinale playoff superando la Virtus Arechi Salerno al termine di una partita senza storia, in cui i Neri hanno gettato il cuore oltre l'ostacolo e dato il massimo, conquistando con merito l'accesso alla finale playoff. E' stata una vittoria della società, che ha creduto in questo gruppo e lo ha sempre sostenuto senza se e senza ma... è stata una vittoria degli uomini guidati da coach Salvemini, che hanno "sudato la maglia" mettendo sul parquet anima e corpo... è stata una vittoria dello staff tecnico e, oggi più che mai, dello staff medico (in questi ultimi due giorni dei dott. Roberto d'Arenzo e Angelo Vergantino che hanno fatto l'impossibile per rimettere in sesto gli acciaccati Di Donato e Scarponi)... è stata una vittoria del pubblico che ha gremito gli spalti e reso il PalaCastellana, pieno come non si vedeva da tempo, una vera e propria bolgia, ma soprattutto è stato il riscatto di un'intera città che, nel giorno del ricordo del giudice Falcone, ha dato un esempio di grande affetto alla propria rappresentante della palla a spicchi, la beneamata Cestistica, ma anche di grande sportività. Va reso infine l'onore delle armi alla Virtus Arechi Salerno, che ha saputo rialzarsi dopo il 2-0 e ha rimesso in equilibrio la serie sul 2-2 con grande carattere, cedendo la strada verso la finale ai Neri solo in gara 5.

La cronaca: Salvemini schiera il solito quintetto di partenza formato da Bottioni, Ciribeni, Rezzano, Scarponi e Di Donato (entrambi recuperati in extremis grazie all'ottimo lavoro svolto dal Dr. D'Arenzo e dal Dr. Vergantino), mentre coach Menduto assolda Cucco, Sanna, Di Prampero, Leggio e Paci. Piede subito sull'acceleratore per la Allianz Pazienza che cerca e trova il +7 di vantaggio con il duo Rezzano-Ciribeni, ma penalizzata dopo soli 4' da 5 falli e questo permetterà agli avversari di realizzare soltanto dalla lunetta (10-5 al 6'). La Virtus Arechi prova a rifarsi del brutto avvio di partita ma i 3 falli di Sanna pesano ed in più ogni pallone è puntualmente sputato dal ferro: i blaugrana rimarranno, infatti, a secco di punti sino alla tripla di Cucco all'8' (16-7). Il primo quarto si chiude con la tripla del neo-acquisto Di Bonaventura che porta l'Allianz in vantaggio di 8 lunghezze (21-13).

La seconda azione si apre con uno splendido contropiede concretizzato da Di Bonaventura e da Malagoli, che si replica dalla lunga distanza per il massimo vantaggio giallonero (26-13 al 13'). Gli uomini di coach Menduto rosicchiano punti dalla linea della carità ma la voglia di riscatto dei padroni di casa è forte e si portano sul +18 costringendo coach Menduto a spendere il secondo time-out dell'incontro. Al rientro sui legni cambia ben poco: alla compagine salernitana non bastano i canestri di Sorrentino poichè la Allianz è in trance e segna da ogniddove (con Malagoli che detta legge sotto le plance) e conduce largamente sino alla fine della seconda frazione che si chiude sul 49-23.

Al rientro sul parquet la scia positiva per i "Neri" continua con la mano rovente di Scarponi che ne mette due in fila ed i liberi realizzati da Bottioni dopo l'antisportivo fischiato a Leggio. I minuti che seguono raccontano una Allianz Pazienza sempre in vantaggio (a tratti anche di 40 lunghezze) su di una Salerno che sembra essersi ormai inimicato il canestro e trova soltanto le realizzazioni di Cucco, Bartolozzi e Sanna. Al 30' il tabellone recita un secco 76-43.

La quarta ed ultima frazione di gioco vede in un primo momento i blaugrana inorgoglirsi e cercare di accorciare il divario con i soliti Cucco e Sanna, ma i padroni di casa non sembrano accusare la stanchezza e continuano a punire dalla media e lunga distanza con un monumentale Rezzano (autore fino ad ora di 25 punti). A 3' dalla fine, il vantaggio ormai consolidato convincerà coach Salvemini a gettare nella mischia il secondo quintetto, compresi i giovani Ventrone, Coppola e Iannelli. Dopo le sconfitte in terra campana, la Cestistica Città di San Severo vince e convince chiudendo la serie sul punteggio di 97-60.

Il prossimo impegno dei Neri sarà Gara 1 della finale playoff: l'appuntamento è fissato per domenica 27 Maggio 2018 (con orario da definire) ancora al PalaCastellana, dove i Neri ospiteranno la Pallacanestro Palestrina. La strada per le Final Four di Montecatini è ancora lunga però... forse... chissà... succederà... crediAmoci!

Il tabellino

Allianz Pazienza Cestistica San Severo - Virtus Arechi Salerno 97-60 (21-13, 28-10, 27-20, 21-17)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Massimo Rezzano 25 (6/8, 2/2), Leonardo Ciribeni 21 (7/7, 2/6), Giorgio Di Bonaventura 12 (4/5, 1/1), Riccardo Malagoli 10 (2/3, 2/3), Emidio Di Donato 9 (2/3, 1/4), Riccardo Bottioni 8 (2/2, 0/0), Ivan Scarponi 6 (0/0, 2/3), Levan Babilodze 3 (1/2, 0/0), Antonio Fabrizio Smorto 2 (1/3, 0/3), Giuseppe Iannelli 1 (0/0, 0/0), Luigi Coppola 0 (0/1, 0/0), Vincenzo Ventrone 0 (0/0, 0/0) - Coach: Giorgio Salvemini

Tiri liberi: 17 / 20 - Rimbalzi: 37 7 + 30 (Massimo Rezzano, Giorgio Di bonaventura, Emidio Di donato 7) - Assist: 31 (Riccardo Bottioni 14)

Virtus Arechi Salerno: Massimiliano Sanna 16 (3/5, 2/4), Federico Di Prampero 11 (1/1, 2/4), Marco Cucco 8 (3/4, 0/4), Riccardo Bartolozzi 7 (1/4, 0/0), Daniel Datuowei 6 (1/4, 1/1), Gennaro Sorrentino 5 (1/7, 1/5), Andrea Cucco 5 (0/0, 1/1), Gianmarco Leggio 2 (1/1, 0/2), Paolo Paci 0 (0/3, 0/0), Marco Mennella 0 (0/0, 0/0) - Coach: Orlando Menduto

Tiri liberi: 17 / 24 - Rimbalzi: 17 4 + 13 (Riccardo Bartolozzi 4) - Assist: 13 (Marco Cucco 7)

Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

 

acapt 300x100enoagrimmgiarnieri 300x100casalemarmi 300x100dyrectalab 300x100

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.

Area Riservata