Sconfitta sì, ma con tanto onore. È il riassunto scarno di Allianz Pazienza – Forlì terminata sul: 58 – 71. Dopo una partenza energica ed equilibrata, è maggiormente nell’ultimo quarto che gli avversari allenati da coach Sandro Dell’Agnello e telecomandati in campo da un superlativo Hayes (28 per lui) e con in campo solo per citarne alcuni: Giachetti, Carrol, Bruttini - che di certo non hanno bisogno di presentazioni - affondano i denti nella giugulare della formazione giallonera fino alla vittoria. Anche al cospetto del blasonato roster forlivese, l’Allianz Pazienza dimostra per tutta la gara, ed in particolare nella terza frazione, di poter dar fastidio all’avversaria e lo palesa con coraggio e grinta in pieno stile Bechi. La Cestistica porta due giocatori in doppia cifra: Sabin autore di 23 punti ed una partita sontuosa e Tortù 13, ma anche il resto delle statistiche, al netto ovviamente del punteggio, non è negativo. A San Severo, lo ricordiamo, arrivava una delle squadre più attrezzate per guadagnarsi la promozione con, al tempo stesso, l’esigenza di dovere guadagnare punti in classifica per non lasciare spazio alle pretendenti, Scafati su tutte.

Persi, dunque, i due punti è importante guardare il bicchiere mezzo pieno: la prestazione – e i tifosi lo hanno notato incitando la squadra fino all’ultimo – c’è stata e, per ora, va bene così. A dirlo non siamo noi, ma le maglie sudate dei giocatori; le vittorie arriveranno. Guarda avanti, Allianz! Queste partite servono per acquisire maggiori consapevolezze.

LA GARA – I due tecnici schierano: Deshields, Sabin, Petrushevski, Serpili e Moretti da una parte contro Palumbo, Hayes, Bolpin, Pullazzi e Benvenuti. Forlì parte decisamente meglio rispetto all’Allianz Pazienza e sigla un 1 – 6 micidiale, ma la Cestistica si rialza e con giocate veloci vede l’aggancio agli ospiti che, sul finale di quarto, ritrovano la via dei punti. L’approccio degli uomini di Luca Bechi è corretto, tuttavia - al netto di azioni orchestrate con diligenza - serve solo più lucidità sotto canestro. Gli ospiti non scappano: 12 – 18. Mentre l’Unieuro si affida comprensibilmente al collettivo, fino a questo momento, chi sta trascinando i Neri è il giocatore in maglia numero 12: Ty Sabin. È lui che tiene a galla i suoi compagni a loro volta bravi e concentrati (il merito non è mai e solo del singolo) a chiudersi in difesa. Dall’altra parte, però, c’è Hayes pronto a macinare canestri importanti nei momenti di maggiore difficoltà. Bel secondo quarto: 33 – 35. Al ritorno sul parquet dopo la premiazione della società alla “leggenda” giallonera Mario Del Vicario e dopo il bellissimo gesto di Forlì per la maglia autografata e regalata al super tifoso Andrea, si ritorna a giocare a ritmi decisamente alti ed è l’Allianz Pazienza a fare la voce grossa. Ancora una volta parte tutto dalla grinta in difesa che dà linfa per segnare da ogni lato del parquet e, per la prima volta del match, San Severo è in vantaggio. Coach Sandro Dell’Agnello ovviamente corre al timeout e Forlì, improvvisamente, si riprende dalla tripla sullo scadere di Carroll Jr alle marcature sotto la place, passando per i punti pesanti di Giacchetti. Per i padroni di casa un sontuoso terzo quarto da applausi ma, constatato il parziale, ancora non basta: 48 – 51. Nell’ultimo quarto i decibel dei sempre presenti sostenitori sanseveresi aumentano mentre, invece, i ritmi sono leggermente spezzettati per via delle tante decisioni arbitrali. Quando il tempo scorre e c’è da recuperare anche solo una manciata di punti urge la tranquillità; facile a dirsi, sicuramente più difficile a metterlo in pratica. L’Allianz Pazienza ci prova fino all’ultimo con orgoglio, grinta e determinazione ma alla fine è l’esperienza di Forlì a prevalere. Il tabellone finale recita: 58 – 71.

PROSSIMO APPUNTAMENTO – Capitan Piccoli e soci sfideranno nel prossimo turno domenicale la Tramec Cento sul parquet del “Milwaukee Dinelli Arena”. Salto a due alle ore 18.

IL TABELLINO – Allianz Pazienza San Severo - Unieuro Forli 58-71 (12-18, 21-17, 15-16, 10-20)

Allianz Pazienza San Severo: Ty Sabin 23 (5/11, 3/6), Lorenzo Tortu 13 (3/6, 1/4), Keron Deshields 9 (3/7, 1/3), Samuele Moretti 9 (3/9, 0/0), Michele Serpilli 4 (2/3, 0/4), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/1), Matteo Piccoli 0 (0/0, 0/1), Antonino Sabatino 0 (0/1, 0/1), Tommaso De gregori 0 (0/0, 0/0), Gabriele Berra 0 (0/0, 0/0), Alessandro Bertini 0 (0/0, 0/0), Matteo Chiapparini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 16 - Rimbalzi: 28 5 + 23 (Samuele Moretti 8) - Assist: 10 (Keron Deshields 4)

Unieuro Forli: Kenny Hayes 28 (9/14, 2/5), Davide Bruttini 9 (4/6, 0/0), Mattia Palumbo 8 (4/6, 0/2), Rei Pullazi 6 (2/6, 0/0), Jacopo Giachetti 6 (1/3, 1/4), Riccardo Bolpin 5 (1/3, 1/4), Lorenzo Benvenuti 5 (1/1, 0/0), Jeffrey Carroll jr 4 (0/2, 1/2), Nicola Natali 0 (0/0, 0/1), Paolo Bandini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 15 - Rimbalzi: 37 7 + 30 (Davide Bruttini, Mattia Palumbo 7) - Assist: 5 (Kenny Hayes 2)

Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo




 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.

Accedi al tuo account