Meno di novemila abitanti ma una grande passione per la palla a spicchi, là dove Toscana e Umbria si abbracciano nel verde delle colline della Val di Chiana: si scrive Chiusi, si legge Venezia due! Queste le coordinate per presentare la prossima avversaria della Cestistica Città di San Severo, un'autentica esordiente nel campionato di A2, che però vanta già due punti in classifica (frutto dell'esordio col botto in quel di Ferrara), dopo che pure in Supercoppa i toscani avevano detto la loro raggiungendo le final eight, sgambettando ai quarti la favorita Scafati e cedendo solo dinanzi alla vincitrice Pistoia.

Roster lungo composto da ben nove seniors e impreziosito da due prospetti di notevole spessore quali il gigante (210cm) Luca Possamai e la guardia 2002 Biancotto di provenienza reyerina, in osservanza alla partnership siglata ben quattro stagioni addietro e che vede Chiusi società satellite di Venezia a tutti gli effetti. Guida tecnica affidata a Giovanni Bassi che ha confermato gli esterni Criconia e Pollone, l'esperto fromboliere Mei, l'ala/pivot Fratto ed il giovane playmaker Raffaelli, fra i protagonisti del miracolo promozione. Ad essi sono stati aggiunti elementi di categoria che non hanno bisogno di alcuna presentazione come Giovanni Carenza, Bernardo Musso ed Andrea Ancellotti, riservando gli spot di 1 e 4 agli americani Medford (alla prima stagione in Italia) e Wilson (che ha ben figurato a Imola in A2 ma anche in A a Cantu e Brescia).

Una gita non proprio di piacere per i Neri sia per la distanza che per il valore dell'avversario, ma che gli uomini di Bechi cercheranno di interpretare al meglio, puntando sugli alti ritmi, sulle freschezza atletica e sulla precisione dalla distanza di Sabin, aiutato certamente da Deshields, che avrà una settimana in più di allenamento nelle gambe ed amalgama con i compagni.
Così Luca Bechi commenta così il match:

La prossima partita ci vede affrontare la neopromossa Chiusi, una squadra che gioca con grande entusiasmo cavalcando le sensazioni positive derivanti dalla vittoria del campionato scorso. Al nucleo che si è guadagnato la promozione ha aggiunto una coppia di stranieri che in queste prime uscite ha già dimostrato pericolosità. Dal canto nostro, questa settimana abbiamo lavorato per metabolizzare la sconfitta di domenica scorsa, curato i dettagli offensivi e difensivi per alzare la nostra competitività e soprattutto migliorare l’equilibrio nell’arco dei 40 minuti”.

Alle parole del coach fanno eco quelle di Lorenzo Tortù:

Dobbiamo limitare i momenti di black out visti contro Scafati soprattutto nel secondo quarto e ripartire dalla terza e quarta frazione. In quella occasione abbiamo dimostrato di rimontare anche contro una corazzata chiamata Givova, ma il nostro impegno non è bastato a portare a casa i due punti. L’obiettivo è far diventare il “Falcone e Borsellino” il nostro fortino e, a casa nostra, dettar legge. Per quanto riguarda i nostri prossimi avversari sono un’ottima squadra che ha iniziato questo campionato alla grande vincendo contro un super roster come Ferrara ed anche in Supercoppa ha ben figurato. Andremo lì per cancellare lo zero in classifica”.

Palla a due alle ore 17.00 con diretta televisiva e satellitare su Mediasport al canale 814 del bouquet Sky (oltre che per gli abbonati alla piattaforma LNP PASS). Un “barlume di luce” dopo tanta (forse fin troppa) cronaca nera per la nostra San Severo.

Umberto d'Orsi
Area Comunicazione Cestistica Città di San Severo




 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.

Accedi al tuo account