Per restare aggrappata al sogno salvezza senza passare dai playout, l’Allianz Pazienza aveva necessariamente bisogno della vittoria e cosi è stato. Sul tabellone finale del “Falcone e Borsellino”, nel posticipo della seconda giornata del Girone Blu, si legge: San Severo 86 – Monferrato 75. I due punti conquistati contro una squadra compatta, equilibrata e fisica come i piemontesi già sintetizzano la prestazione impeccabile della Cestistica. Ancora una volta, gli uomini di coach Luca Bechi confermano le percezioni positive viste nelle ultime partite e l’ottimo status fisico ma soprattutto mentale. La sensazione è che il roster sanseverese giochi quasi scevro da ogni preoccupazione, nonostante le delicatezze dei match, ed ora tutto si trasforma in punti, perfino le azioni più articolate e ci si diverte in campo, sugli spalti e in tv. Si denota attraverso uno sguardo anche poco attento, fiducia, consapevolezza nei propri mezzi ed entusiasmo. C’è chi finalizza, chi recupera palloni importanti, l’energia sotto canestro, l’attenzione in fase difensiva. Il collettivo, dunque, funziona e tutti hanno il merito di una vittoria importantissima. Due punti arrivati contro la formazione guidata da coach Andrea Valentini forte, determinata, pronta a dar battaglia per chiudere la pratica salvezza già dalle prime partite dell’orologio, ma anche la Cestistica proprio quella salvezza non vuole farsela sfuggire e, questa volta, il finale sorride ai neri. Il riassunto:

Si presentano sul parquet sanseverese: Contento, Clarke, Ikangi, Ogide e Maganza contro Redivo, Valentini, Thompson, Donzelli, Martinoni. Coach Valentini si accorge che, forse, la sua squadra non è entrata per niente in campo e sul 7 – 0 per l’Allianz, chiama sospensione. I neri infatti sono travolgenti o meglio lo è soprattutto Andy Ogide unico mattatore del match. Monferrato, però, dopo i primi due punti messi a segno soltanto dopo 5’, inizia a macinare tanto, avvicinandosi agli avversari. Si gioca prevalentemente sotto canestro grazie ai centimetri di Ogide, Mortellaro e Maganza e dall’altro lato di Thompson e Camara. Primo quarto: 19-15. All’inizio della seconda decina, la situazione si è invertita: è la Cestistica che, seppur di poco, è costretta ad inseguire. Casale non brilla nei possessi eppure riesce a guadagnare punti preziosi. Gli uomini di Bechi, invece, non riescono a penetrare la difesa piemontese come nel primo quarto ed anche da tre la soluzione appare difficile visto che su Clarke ci sono almeno due uomini. Nel momento di maggiore difficoltà per i gialloneri, ecco che emerge il carattere di Contento e Ikangi. Grazie alle giocate del numero 10 e 24, i padroni di casa si riportano sul +8, ma la Novipiù non molla un centimetro e recupera. È una partita ‘sporca’, vince chi ha più mordente. 39-37. La ripresa è abbastanza viva e le azioni si susseguono da entrambe le parti con velocità, forse fin trippa. L’Allianz Pazienza c’è ed è presente anche Rotnei Clarke che, dopo 20’ in sordina, mette a referto 12 punti (tre triple di seguito, una penetrazione in aria e un tiro libero). Anche la grinta degli ospiti è innegabile e la partita è ancora tutta da scrivere. Terzo parziale: 61-57. Se la Cestistica vuole ottenere i due punti, non si può sbagliare e gli errori devono essere ridotti al minimo. Ed infatti, nonostante qualche sbavatura nei possessi e nei tiri liberi – quest’anno sembrano stregati – Clarke e co, questa volta, non steccano. Brava Casale per non aver mai mollato, ma la vittoria è dei gialloneri! Ed è un sollievo per tutti. Finale: 86-75.

“Vincere in casa per continuare a sognare l’ingresso nelle prime quattro posizioni – dichiara il diesse Pino Sollazzo – era fondamentale e adesso ci godiamo la ricompensa. La vittoria ci rende felici soprattutto in questo momento della stagione dove i due punti, quasi, valgono il doppio. Abbiamo la fortuna di vivere la quotidianità con questi ragazzi e ci inorgoglisce costatare la forte coesione tra squadra e staff tecnico. Dopo la beffa di Capo d’Orlando i ragazzi erano rammaricati per una vittoria persa allo scadere e questa sera si sono ampiamente riscattati. Ora, non è tempo di prolungare i festeggiamenti. Zero proclami e lavoro intenso. A fine campionato tireremo le somme”.
 
I ritmi sono incessanti e non sono previste pause. Si rigioca tra tre giorni a Brescia contro l’Agribertocchi Orzinuovi. Salto a due alle ore 18.

Credits foto: Antonio Giammetta

Il tabellino

Allianz Pazienza Cestistica San Severo - Novipiù JB Monferrato 86-75 (19-15, 20-22, 22-20, 25-18)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Andy Ogide 31 (11/14, 2/3), Rotnei Clarke 22 (2/6, 5/8), Iris Ikangi 11 (2/2, 2/3), Marco Contento 8 (1/2, 1/4), Chris Mortellaro 5 (2/5, 0/0), Riccardo Bottioni 4 (2/5, 0/1), Marco Maganza 3 (1/3, 0/0), Simone Angelucci 2 (1/1, 0/0), Michele Antelli 0 (0/1, 0/1), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Michele Guida 0 (0/0, 0/0), Simone Franciosi 0 (0/0, 0/0) - Coach: Luca Bechi

Tiri liberi: 12 / 19 - Rimbalzi: 35 10 + 25 (Marco Maganza 10) - Assist: 15 (Rotnei Clarke 5)

Novipiù JB Monferrato: Gora Camara 22 (7/10, 0/0), Simone Tomasini 16 (0/2, 4/5), Lucio Redivo 10 (1/8, 2/6), Sam Thompson 10 (5/11, 0/4), Niccolo Martinoni 7 (2/4, 1/5), Luca Valentini 6 (1/2, 1/1), Daniel Donzelli 4 (2/4, 0/3), Fabio Valentini 0 (0/2, 0/5), Juan marcos Casini 0 (0/0, 0/0), Yannick Giombini 0 (0/0, 0/0), Alessandro Sirchia 0 (0/0, 0/0), Aaron Lomele 0 (0/0, 0/0) - Coach: Andrea Valentini

Tiri liberi: 15 / 18 - Rimbalzi: 35 17 + 18 (Gora Camara 8) - Assist: 9 (Lucio Redivo 4)

Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo




 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.

Accedi al tuo account