Una delle migliori partite dell’Allianz Pazienza finisce, con enorme dispiacere, ancora una volta con l’amaro in bocca. Nella tana della Top Secret Ferrara, la Cestistica incassa l’ultima sconfitta stagionale fuori dalle mura di casa maturata con il punteggio di: 98-92. Trainati dai numeri impressionanti di Hasbrouck 23, Pacher 23, Baldassarre 19, Zampini 12, Vencato 11, i padroni di casa mantengo la lucidità e fisicità nei momenti finali del match e centrano la quinta posizione che vale la zona playoff. Invece dall’altro lato, cosa si può recriminare a questa Cestistica? Parlano i numeri: 92 messi a referto con Clarke 27, Contento 13, Ogide 13, Ikangi 13, senza dimenticare i preziosi contributi di Maganza, Antelli e Di Donato. L’Allianz Pazienza ha messo in atto le idee del nuovo head coach: giocare facile e cercare di fare punti pesanti sempre, peccato solo per quei soliti tiri liberi sbagliati e qualche banale palla persa di troppo. Sull’atteggiamento, mentalità, spirito combattivo e mai domo, però, non c’è nulla da recriminare e si torna a San Severo di certo senza punti ma consapevoli di aver messo in difficoltà la quinta forza del campionato e di averlo fatto nel miglior modo possibile.

Il riassunto: coach Spiro Leka si affida a Vencato, Panni, Dellosto, Fantoni e Pacher mentre al suo esordio Bechi schiera Contento, Clarke, Ikangi, Ogide e Maganza. È una prima frazione molto confortante per l’Allianz Pazienza. I primi punti sono tutti gialloneri con i parziali 0-6, 2-6 e 2-8 fino al primo timeout chiamato da Ferrara. Dopo le parole del loro coach, i padroni di casa dimezzano lo svantaggio e si portano anche avanti, ma San Severo c’è e, dopo un paio di palle perse, riprende il suo cammino fino al primo parziale: 19-22. Si gioca molto sotto canestro, le due squadre preferiscono la soluzione più semplice piuttosto che forzare da tre punti ed infatti le triple, fino alla metà di quarto, sono soltanto una per parte. Gli attacchi iniziano a prendere vivacità, lo spettacolo aumenta e l’equilibrio regna sovrano. La Top Secret attacca ed anche bene e la Cestistica, dal canto suo, risponde con veemenza, coraggio e sfrontatezza. Ed infatti, sul tabellone si legge: 43-48. Al ritorno sul parquet, se prima le iniziative dei due roster sono tutte prese sotto le place, adesso è il contrario. L’Allianz arriva al massimo vantaggio del +9 proprio grazie ad una ‘bomba’ di Ogide, ma Ferrara non sta a guardare e con cinque triple consecutive (tre di Baldassarre e due di Pacher) recupera e passa in vantaggio. Dopo le varie prodezze, il gioco diventa spezzettato e poco efficace da entrambi i lati. Terzo parziale: 69-66. I primi due minuti dell’ultima decina sono conditi solo da errori, poi il match si accende. Zampini, sin qui mai in partita, si inventa una tripla da urlo e dà morale a Ferrara. Dovrebbe essere la giocata che ‘azzanna’ il match, ma non è così. Dalla lunghissima distanza arrivano i centri di Clarke, Ikangi ed ancora Clarke e, in un batter d’occhio, gli uomini di Bechi sono +2. L’equilibrio, però, continua e sarà punto/punto fino alla fine. Soltanto l’ultima perla di Pacher spegne le speranze sanseveresi. Bravissima Allianz, ma non basta. 98-92 il finale.

Sebbene la sconfitta di questa sera - spiega il socio Paolo dell’Erba - e nonostante il penultimo posto in classifica, la permanenza in questa categoria non è ancora compromessa e c’è da continuare a giocare lottando a denti stretti, proprio come avvenuto questa sera, per provare a concludere nel migliore dei modi una stagione complessa ed avere il giusto entusiasmo per affrontare la fase ad orologio”.

Concluse le trasferte, ora alla Cestistica non resta che affrontare gli ultimi due match casalinghi. Si parte da domenica 18 aprile alle ore 17 contro la capolista Unieuro Forlì.

Credits foto: Gian Luca Teodorini | Top Secret Ferrara

Il tabellino

Top Secret Ferrara - Allianz Pazienza Cestistica San Severo 98-92 (19-22, 24-26, 26-18, 29-26)

Top Secret Ferrara: A.j. Pacher 23 (4/6, 4/6), Kenny Hasbrouck 23 (6/8, 2/6), Patrick Baldassarre 19 (4/4, 3/5), Federico Zampini 12 (3/4, 1/2), Luca Vencato 11 (3/5, 1/3), Alessandro Panni 7 (2/2, 1/2), Tommaso Fantoni 3 (1/5, 0/0), Nicolò Dellosto 0 (0/2, 0/1), Beniamino Basso 0 (0/0, 0/0), Pietro Ugolini 0 (0/0, 0/0), Alessio Petrolati 0 (0/0, 0/0), Niccolò Filoni 0 (0/0, 0/0) - Coach: Spiro Leka

Tiri liberi: 16 / 22 - Rimbalzi: 27 6 + 21 (A.j. Pacher, Patrick Baldassarre, Tommaso Fantoni 5) - Assist: 25 (Luca Vencato 8)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Rotnei Clarke 27 (8/11, 3/5), Marco Contento 13 (3/3, 1/1), Andy Ogide 13 (3/5, 1/5), Iris Ikangi 13 (4/7, 1/3), Marco Maganza 9 (4/6, 0/1), Michele Antelli 7 (2/6, 1/2), Emidio Di donato 6 (1/1, 1/2), Chris Mortellaro 4 (2/3, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0), Michele Guida 0 (0/0, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0) - Coach: Luca Bechi

Tiri liberi: 14 / 20 - Rimbalzi: 27 4 + 23 (Marco Maganza 7) - Assist: 21 (Marco Maganza 6)

Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo




 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.

Accedi al tuo account