Al “Falcone e Borsellino”, l’Allianz Pazienza Cestistica San Severo non tradisce le aspettative e supera la Poderosa Montegranaro. Nel 73-67 finale c’è tutta la sofferenza di una squadra che non sempre ha saputo fare le cose giuste, ma che alla fine ha fatto quelle utili per conquistare un successo fondamentale che significa sorpasso sui marchigiani, rilancio in classifica con vista ‘salvezza’ e scacciare qualche brutto pensiero che si stava annidando dopo la sconfitta contro Ravenna e le relative vittorie delle nostre rivali. Da un punto di vista realizzativo, le prestazioni di Maspero e Ogide sono servite all’obiettivo della serata così come è stato fondamentale anche l’atteggiamento di Di Donato, Spanghero e di tutti i componenti del roster non solo sul parquet. Sul fronte opposto, gli ospiti guidati da coach Gennaro Di Carlo hanno reagito con carattere davanti al pubblico sanseverese, ma la grinta alla fine non è bastata. “Abbiamo conquistato una vittoria che ha un peso specifico rilevante per tanti motivi - chiarisce Paolo dell’Erba, uno degli sponsor più importanti di questa stagione in A2 - l’abbiamo ottenuta, tra l’altro, anche in una situazione non ottimale (Italiano e Demps alle prese con i virus intestinali e l’influenzato Spanghero si è unito al gruppo solo venerdì, ndr) ma non è stato l’alibi, anzi proprio per queste difficoltà chi è entrato in campo lo ha fatto dando il 101%. Forse non siamo stati perfetti, ma abbiamo comunque ottenuto la vittoria contro una squadra aggressiva e vogliosa di prendersi i due punti dopo le tre sconfitte consecutive, a cui è giusto fare i complimenti. Il risultato finale dimostra ancora una volta la qualità del nostro gruppo, la sua forza mentale e la voglia di attingere a ogni forma di energia”. “Portarci il match a casa - conclude dell’Erba - pesa soprattutto sul morale della squadra in maniera enorme. Adesso, possiamo preparare le prossime gare con maggiore tranquillità che è un dettaglio importantissimo per un campionato competitivo come la Serie A. Già da domenica andremo ad Udine con la voglia di sfatare ogni pronostico, senza pensare necessariamente alla classifica e senza aver pressioni”.

La cronaca:

PRIMO QUARTO -  Coach Lardo schiera Antelli, Maspero, Saccaggi, Di Donato e Ogide mentre Di Carlo opta per Bonacini, Serpilli, Cucci, Delas e Thomas. I primi 8 punti del match arrivano dalle mani di Serpilli dalla distanza e sotto canestro, dall’altra parte ci provano il nostro capitano e Saccaggi senza successo e finalmente, solo dopo due minuti, arrivano i primi punti gialloneri grazie al canestro di Andy Ogide. E’ un match ‘sporco’ e tattico fin d’ora; a prevalere è la tattica sia in fase difensiva che in attacco. Anche le statistiche sono abbastanza inequivocabili: Ogide 11 punti e Serpilli 8 e questo vuol dire che le due squadre hanno individuato gli uomini più in vena e si affidano a loro. Il parziale: 21 - 21. Montegranaro ha giocato un buon primo quarto ed è stata brava a reggere l’urto soprattutto emotivo del “Falcone e Borsellino”. Anche l’Allianz, nonostante tutti i nonostante del caso, è in partita. Lo conferma anche la tripla finale, finalmente potremmo di dire, di Michele Antelli.  

SECONDO QUARTO - Ed è proprio il numero 10 giallonero a suonare la carica ai suoi compagni per il primo vantaggio Allianz Pazienza tanto è vero che coach Di Carlo chiama il timeout. La Poderosa, dopo le parole del suo allenatore, si sveglia e mette a segno tre canestri consecutivi che valgono il 27 - 25. Come si può notare, la partita è ‘punto a punto’ e quasi sicuramente, visti i ritmi e le percentuali basse, lo sarà fino alla fine. Se l’Allianz, infatti, deve migliorare in qualcosa è nei numeri in particolare dalla lunetta. Sono punti importanti che, proprio stasera, non possiamo permetterci di sbagliare. La reazione giallonera? ‘Bomba’ dalla distanza di Marco Spanghero e punteggio, nuovamente, ribaltato. Sul tabellone ora si legge: 31 padroni di casa - 27 ospiti a 3’ dalla fine che diventano 38 - 29 a -1’ e si va al riposo sul: 38 - 32. Buonissimo l’atteggiamento di tutto il roster dauno, per la Poderosa invece i punti sono equamente distribuiti e per ora, i loro attacchi, non sembrano far male all’ottima difesa messa in campo da coach Lino Lardo.

TERZO QUARTO - Si riprende con Spanghero, Angelucci, Saccaggi, Di Donato e Ogide mentre dall’altra parte il quintetto resta invariato. La Poderosa sembra avere un piglio diverso e muove la palla più velocemente come richiesto anche dal coach. Per tali ragioni, Lardo corre subito ai ripari e getta nella mischia Michel Antelli anche perchè il vantaggio giallonero, adesso, è di 1 punto. Serve dare una scossa ai gialloneri, serve un timeout dalla panchina. Montegranaro ha messo a segno 8 punti di fila, l’Allianz 0. E’ vero, non un quarto all’altezza delle aspettative, ma un calo fisico c’era da aspettarselo. Se gli avversari dovessero prendere fiducia, sarebbe dura per la compagine sanseverese recuperare. Il basket è bello in quanto basta un attimo per riprendersi, basta un assist al bacio di Antelli e una schiacciata al volo di Andy Ogide che continua a stupire anche da tre così come Michele Antelli (alla sua terza tripla di gara). I marchigiani dovrebbero risentirne, ma continuano imperterriti ad attaccare con efficacia. E’ una gara sprint, bella ed emotiva. Serve coraggio nell’ultima frazione. Parziale: 52 - 49.

ULTIMO QUARTO - Maspero ci prova da tre senza risultato. Non bisogna essere frenetici, non ora. Nell’azione successiva, Antelli ruba il pallone e si immola a canestro con aggressività. La Poderosa, dal canto suo, mantiene i ritmi elevati per cercare di dar fastidio alla compagine sanseverese con una difesa alta, altissima che potrebbe mettere in difficoltà Ogide e co. Proprio il numero 32 è l’ultimo ad arrendersi e macina punti su punti da tutti i lati del parquet, tranne che dalla lunetta. Signori, Montegranaro sta dando il 101 e proprio non si arrende alle giocate stratosferiche della Cestistica. Di Carlo chiama il timeout sul 63 - 56. Dite che servirà? Forse no, l’Allianz adesso ci crede ed anche tanto compreso Giacomo Maspero (21 punti a referto per lui). Ecco, si parla sempre dei soliti Demps, Ogide e Spanghero, ma oggi si deve menzionare anche questo ragazzo silenzioso che piano piano ha conquistato la fiducia del suo allenatore e del pubblico sanseverese. + 10 San Severo a -2’ dalla fine, serve solo mantenere la calma e poi, forse, si portano a casa altri due punti fondamentali. Togliamo il ‘forse’. L’Allianz Pazienza Cestistica San Severo ha battuto la Poderosa Montegranaro per 73-67.

Ultimo appuntamento in trasferta per la compagine dauna in regular season: sabato 22 febbraio alle 20.30 sul parquet di Udine.

Il tabellino

Allianz Pazienza Cestistica San Severo - XL Extralight Montegranaro 73-67 (21-21, 17-11, 14-17, 21-18)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Andy Ogide 21 (7/9, 2/3), Giacomo Maspero 21 (3/3, 5/8), Michele Antelli 15 (3/5, 3/3), Marco Spanghero 9 (2/6, 1/1), Emidio Di Donato 6 (1/3, 1/4), Chris Mortellaro 1 (0/2, 0/0), Andrea Saccaggi 0 (0/0, 0/4), Simone Angelucci 0 (0/1, 0/2), Alessio Attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Delano Jerome Demps III 0 (0/0, 0/0) - Coach: Lino Lardo

Tiri liberi: 5 / 11 - Rimbalzi: 30 8 + 22 (Andy Ogide 10) - Assist: 18 (Marco Spanghero 5)

XL Extralight Montegranaro: Valerio Cucci 13 (2/2, 2/5), Aaron Thomas 11 (1/8, 3/7), Michele Serpilli 11 (1/1, 3/7), Riccardo Cortese 10 (5/8, 0/3), Roberto Marulli 9 (2/2, 1/2), Davide Bonacini 5 (0/3, 1/2), Mario Delas 4 (2/3, 0/0), Matteo Berti 4 (2/2, 0/1), Luca Conti 0 (0/0, 0/0), Gabriele Miani 0 (0/0, 0/0) - Coach: Gennaro di Carlo

Tiri liberi: 7 / 8 - Rimbalzi: 24 6 + 18 (Mario Delas 8) - Assist: 13 (Valerio Cucci 5)

Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo



 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.