Quando si tratta di sostenere una giusta causa, non c’è rivalità sportiva che tenga. Per la gara casalinga di domenica prossima 24 novembre contro Ravenna, l’Allianz Pazienza Cestistica San Severo ha deciso di scendere in campo a sostegno di Slums Dunk Onlus, l’associazione fondata dal playmaker ravennate Tommaso Marino insieme al suo collega italo-argentino Bruno Cerella, attualmente in forza alla Reyer Venezia in Serie A e vincitore di tre scudetti, uno con Venezia e due con Milano.

In occasione di tale match, Slums Dunk sarà presente al PalaCastellana con degli stand in cui, oltre alla possibilità di donare materiale sportivo usato ancora in buono stato (palloni, scarpe, completini), si potranno acquistare gadget (felpe, t-shirt, cappellini, braccialetti e tanto altro) e partecipare a un contest con in palio una maglia della Cestistica, una di Bruno Cerella e una di Tommaso Marino. Per vincere basta scattare una foto che associa la Cestistica a Slums Dunk, taggando entrambi i profili su Facebook o Instagram. Successivamente le foto saranno ripostate sulla pagina della Cestistica, e le tre che riceveranno il maggior numero di likes si aggiudicheranno i premi. Per qualsiasi altra informazione sarà possibile rivolgersi ai ragazzi presso gli stand Slums Dunk presenti al palasport. Il ricavato della giornata sarà interamente devoluto a sostegno dei progetti dell’associazione.

Slums Dunk (che costituisce una storpiatura del termine “slam dunk”, poiché “slum” significa baraccopoli) nasce nel 2011 a seguito di un viaggio di Marino e Cerella a Nairobi, in Kenya. I due avevano in mente di promuovere attività educativo-sportive a favore dei ragazzi meno fortunati delle baraccopoli africane. Nel giro di 8 anni, grazie all’assiduo impegno dei fondatori, oltre al supporto dei tanti sostenitori (tra cui il nostro coach Giacomo Piersante), Slums Dunk è riuscita a costruire ben 4 Basketball Academy: due in Kenya, precisamente a Nairobi (nella baraccopoli di Mathare) e a Kisumu, e due in Zambia, a Ndola, al confine con il Congo. Le attività svolte nelle Basketball Academy non si limitano soltanto al basket, ma comprendono anche educazione scolastica, salute, nutrizione, prevenzione dell’HIV, coinvolgendo oltre 10.000 tra ragazzi e ragazze. L’obiettivo ultimo di Slums Dunk non è quello di formare i campioni del futuro, bensì la promozione delle life skills e dell’empowerment comunitario attraverso la pallacanestro (per ulteriori informazioni su come sostenere il progetto visitare il sito slumsdunk.org o le pagine social dell’associazione).

A contorno di questa iniziativa sarà invitato alla partita anche il Sindaco di Ravenna, come segno di riconoscimento per la solidarietà dimostrata dall’amministrazione del comune romagnolo in occasione dell’atto intimidatorio subìto dall’Antica Cantina di San Severo. 

Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo



 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.