I proverbi sono detti popolari  che condensano  insegnamenti tratti dall'esperienza... La stessa ci dice di una Cestistica San Severo in piena salute, che ha cominciato la stagione con una doppietta alla voce vittorie, dimostrando di essersi calata a pieno nella realtà della A2 per cuore, grinta e qualità individuali. Certo le prime due gare hanno confermato le attese di un campionato particolarmente livellato con match spesso decisi sul buzzer. Anche questa sarà esperienza da tenere a mente in momenti meno fortunati, ma ad oggi la compagine di Cagnazzo è tra le prime ed in quella scia vuol rimanere, sebbene la prossima trasferta al Palacredito di Romagna di Forlì, sia di quelle da far tremare le vene e i polsi.

L'avversario di turno è, infatti, tra le squadre più accreditate al salto di categoria, volontà confermata da un mercato sontuoso. In panca siede Sandro dell'Agnello, come si suol dire "un nome una garanzia" che, di comune accordo con la società, ha confermato I soli Giachetti (anche per il capitano biancorosso qualsiasi presentazione sarebbe riduttiva) e l'ottimo Marini che, all'esordio nella passata stagione, registro numeri da capogiro: 14.5 di media (high a Verona con 34 punti), 5.6 rimbalzi, 3 assist e percentuali importanti (36% da 3, 46% da 2), oltre al giovane Oxilia in fase di recupero dopo il brutto infortunio del marzo scorso. A questi sono stati aggiunti due pezzi da 90 come Ndoja e Bruttini ed il pivot Benvenuti già allenato da Coach dell'Agnello in quel di Bergamo. Di tutto rispetto gli "slot americani" dove figurano due atleti come "Mo" Watson ( miglior assist man della FIBA Eurocup 18/19) e l'ex brindisino Eric Rush. Chiudono il roster gli under (per modo di dire) Petrovic e Kitsing.

Pronostico chiuso? Nient'affatto: i Neri  scenderanno sul parquet romagnolo con la faccia sbarazzina di Antelli (che 7 giorni fa ha letteralmente riportato i suoi in partita) con l'aria metodica di Demps, l'astuzia di "Silver fox" Mortellaro, l'imprevedibilita di Kennedy, la puntualità di Saccaggi, la solidità di Maspero, lo spirito guerriero di di Donato, la freschezza di Conti il tutto sapientemente orchestrato dalla regia di Spanghero e dall'organizzazione di Coach Cagnazzo e del suo staff. La Allianz ha dunque  poco o nulla da perdere e di sicuro non farà la vittima sacrificale, del resto, si sa, i proverbi spesso "c'azzeccano"...

Palla a due alle ore 18.00 con direzione arbitrale affidata ad una terna tutta marchigiana: Marco Pierantozzi, Giampaolo Marotta e Silvia Marziali, con diretta streaming come di consueto su LNP Pass.


Umberto d'Orsi
Ufficio stampa Cestistica Città di San Severo



 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.