È il remake della finalissima della scorsa stagione per l'accesso alle Final Four di Montecatini: come l'anno passato, infatti, saranno San Severo e Palestrina a giocarsela sulla distanza delle cinque partite ed ancora con l'eventuale bella in terra dauna... ci auguriamo pure con lo stesso esito!

Gli arancioverdi ci arrivano dopo una regular season chiusa sulla piazza d'onore, dietro Caserta, con un ruolino di 25 vittorie e 5 sconfitte, un quarto di finale archiviato sul 2-0 contro Corato ed una semifinale tiratissima risolta solo alla bella con Napoli. Roster di prim'ordine quello agli ordini del supernavigato Ciccio Ponticiello e per certi versi piuttosto simile alla Allianz Pazienza a livello tecnico-tattico: due playmaker come Gianmarco Rossi e Simone Rischia, un cambio under quale Bianchi ed una guardia dalle mani educate anche nella organizzazione di gioco, ossia Morici. Gli esterni sono due nostri storici spauracchi che rispondono ai nomi di Nelson Rizzitiello e Manuel Carrizo a cui danno "fiato" i giovani Santucci e Fiorucci. Sotto le plance detta legge l'esperienza di "Nacho" Ochoa unita alla mole di Beretta. Una compagine assortita e ben schierata in campo, che giungerà al Palacastellana anche con l'intento di vendicare il 3-0 di circa 365 giorni fa.

La Cestistica Città di San Severo arriva a questa finale col vento in poppa, forte di 2 "cappotti" inflitti alle rispettive avversarie ai quarti e in semifinale, senza spadroneggiare ma semplicemente facendo valere la legge del più forte, quella stessa che le aveva permesso di concludere la regular season con una sola sconfitta in campionato oltre ed un'altra all'esordio in Coppa Italia contro Firenze, che ne aveva inevitabilmente pregiudicato il cammino verso la finale. I Neri nel corso dei playoff hanno di volta in volta trovato il protagonista di giornata, il risolutore, dietro cui si nasconde sempre un grande lavoro di squadra e che motiva ulteriormente le scelte societarie verso un gruppo di altissima qualità per singoli ed amalgama di squadra. Coach Salvemini ed il suo staff hanno avuto modo di preparare la serie con calma e per tempo e di sicuro punteranno le loro fiches sull'imbattibilita interna e sulla spinta del Sesto Uomo che proprio nei match di finale del 2018 fece registrare un clamoroso tutto esaurito.

Gara 1, si sa, è un po' come il primo calcio di rigore ai mondiali, fondamentale e spesso decisivo... Dunque, come si diceva un tempo: "Noi con la voce, voi con il cuore" andiamo a giocarci la finale, andiamo a prenderci la vittoria!!!

Appuntamento a domenica ore 19.30 con direzione arbitrale affidata a Cristiano Giusto di Albignasego e Stefano Gallo di Monselice.

Umberto d'Orsi
Ufficio stampa Cestistica Città di San Severo

 

acapt 300x100enoagrimmgiarnieri 300x100casalemarmi 300x100dyrectalab 300x100

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.

Area Riservata