2018-19-F8-SanSevero-vs-Firenze-01.jpgNon sono bastati cuore, orgoglio e l'onda giallonera a portare in semifinale l'Allianz Pazienza San Severo; al termine di una bella partita, combattuta in ogni frazione, ha prevalso la Fiorentina Basket con il punteggio di 64-66.

Solito quintetto per l'Allianz Pazienza con Stanic in cabina di regia, Ruggiero nello spot di 2, Scarponi e Rezzano esterni e Antonelli sotto le plance. Risponde la Fiorentina basket con Tourè, Vico, Berti, Cuccarolo e Banti.

Il primo canestro della partita è per Firenze con Tourè dopo oltre un minuto di gioco, a cui risponde immediatamente Rezzano. Cuccarolo commette due falli in un amen e viene richiamato in panchina, al suo posto Bastone, mentre Ruggiero impatta sul 4-4. Antonelli dalla lunetta regala il primo vantaggio ai neri con un 2/2 che vale il 6-4 al 4'. Partita con le difese attente che prevalgono sugli attacchi e si segna solo dalla lunetta, è ancora Antonelli con un 1/2 al 5'. Ottima difesa di Scarponi che ruba un pallone a Berti e subisce il fallo di quest'ultimo, ma dalla lunetta è solo 1/2 per l'11-6 all'8'. Coast to coast di Stanic che risponde a Berti ed il nuovo punteggio è 12-8. Tourè in azione personale mette la palla a canestro e guadagna il tiro libero aggiuntivo che vale il pareggio 12-12 con cui si chiude il primo quarto.

Vico apre le danze ad inizio seconda frazione con una tripla e poi Genovese allunga sul 12-17 con 4 punti filati, scavando il primo solco dell'incontro che costringe coach Salvemini a chiamare il minuto di sospensione. Dopo 4 minuti di astinenza San Severo mette il primo canestro di secondo periodo per mano di Di Donato che fa 1/2 dalla lunetta. Genovese inventa una tripla mortifera, mentre la Cestistica va a canestro con Sodero (15-24 al 15'). Scalda la mano anche il n. 7 in canotta nera che inventa alla pari di Genovese una gran tripla accorciando a 6 punti il divario (18-24). Tourè è scatenato, ma Ruggiero non è da meno e piazza la bomba del 23-28 al 17'. Ancora il n. 20 di San Severo inventa un canestro che porta sul -2 l'Allianz Pazienza e poi mette la tripla proprio davanti a Giorgio Salvemini e così a 30" dal riposo lungo il tabellone dice: 31-32 e Firenze ricorre al timeout. Niente muta fino al suono della sirena e le squadre rientrano negli spogliatoi con l'Allianz che ha saputo rientrare da un parziale pesante.

Comincia con due triple in successione di Vico e Berti il terzo quarto e con Antonelli che per proteste si fa fischiare il tecnico, così il nuovo punteggio è 31-38. E' Ivan Scarponi a rispondere dall'arco e a ricucire lo strappo al 23' (35-40). Firenze è già in bonus falli e San Severo guadagna due tiri liberi che Di Donato non fallisce e riporta i suoi sul -3. Ci pensa Scarponi dalla sua mattonella preferita ad agguantare il pari sul 40-40 al 24'. Subito dopo Rezzano ruba fallo e subisce antisportivo rimanendo glaciale dalla linea della carità (42-40). San Severo continua a bombardare dall'arco, questa volta è Rezzano a piazzare la tripla che vale il 45-40. Ruggiero dalla media e Piccone con un 1/2 portano sul 48-40 la Cestistica al 27'. La tripla di vico a 20" dalla sirena riporta in partita Firenze: la terza avvincentissima frazione si chiude sul 50-47.

L'ultimo decisivo quarto si apre con il secondo fallo tecnico a Vico e conseguente espulsione. Partita dalle mille emozioni, 5 punti filati di Berti riportano in vantaggio la Fiorentina (51-52). Si gioca punto a punto, ma due bombe di Stanic regalano il 59-54 a San severo al 35'. Firenze risponde con Tourè e Genovese per il nuovo parziale di 59-58. Di Donato lotta sotto le plance, recupera il rimbalzo, mette la palla a canestro e guadagna l'aggiuntivo che non sbaglia (62-58 al 38'). Savoldelli mette la tripla del 62-63 a un minuto dalla fine, Genovese è glaciale dalla lunetta a 11" dal termine e coach Salvemini chiama sospensione per organizzare lo schema d'attacco alla ricerca della tripla che porterebbe le squadre all'extra time. Stanic è glaciale dalla lunetta, non altrettanto Genovese, ma non riesce la preghiera a Rezzano a fil di sirena e il sogno giallonero si infrange. La partita finisce 64-66, con Firenze che va in semifinale.

"Non nascondiamo la delusione per questa sconfitta - dichiara il Presidente Amerigo Ciavarella - ci spiace soprattutto per i tanti tifosi presenti a Porto Sant'Elpidio e che ci seguono sempre con passione. Adesso non è il momento di disunirsi, bensì di analizzare e imparare dagli errori".

Domenica 10 Marzo la Allianz Pazienza San Severro tornerà proprio sul parquet del Palasport di Via Ungheria, per riprendere il cammino in campionato, ospite del Porto Sant'Elpidio Basket, con salto a due come di consueto alle ore 18.00.

Ferdinando Maggio
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

 

acapt 300x100enoagrimmgiarnieri 300x100casalemarmi 300x100dyrectalab 300x100

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.

Area Riservata