Voci dal campionato... 11a puntata

Olè! Questa l’esclamazione che mi è sfuggita al termine della partita di Benevento seguita in play by play.

Nell’arena il torero, alla fine, aveva domato il toro furioso dei primi 15’. Sono queste le  partite che danno carica e fiducia alla squadra. Fanno conquistare sicurezza nei propri mezzi. Fanno acquisire la mentalità vincente.

A metà del 2° quarto si viaggiava sotto di 24 punti. La squadra si mostrava così come al Palacastellana si sono espresse tante mediocri squadre incontrate finora. In tutto il 1° quarto solo 4 miseri canestri. Loro sembravano extraterresti…San Severo un santo decaduto. E…invece San Severo risale, vince e conquista la vetta della classifica in concomitanza con il Santo Natale.

Intanto il Cerignola inanella la 5^ vittoria consecutiva.

Sempre più profondo rosso per l’Ostuni.

Solo una grande serata di Corvino poteva consentire al Trani di vincere con Scafati e così è stato.

Se in casa il pubblico potesse assistere a partite emotivamente altrettanto intense come quella di Benevento l’affluenza si raddoppierebbe quantomeno.

Domenica prossima grande evento nell’intervallo della partita con l’Agropoli. Non ci sarà la consueta premiazione di un personaggio che ha contribuito alla crescita del Basket cittadino.

Stavolta proponiamo un vero tuffo nel passato. Molti dei giocatori che hanno conquistato indimenticabili vittorie con la maglia dei Neri saranno presentati al pubblico per una standing ovation. Hanno già dato la loro adesione oltre ai tantissimi giocatori che sono cresciuti nel vivaio locale anche giocatori, che provenienti da zone geografiche le più svariate e spesso lontane sono NERI PER SEMPRE. Tra gli altri, Ignazio Di Noi, Marco Forcellini, Sandro Raida.

Intanto dico a tutti: buon Natale.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.