Voci dal campionato... 2a puntata

QUARTA E QUINTA GIORNATA DI ANDATA

Due turni (uno infrasettimanale di giovedì) una sola vera… voce di rilievo. Quella che ci racconta della vittoria del San Severo sul campo della concorrente Ostuni.

Successo notevole ancorché ottenuto grazie ad un’opinabile amministrazione degli ultimi 16” da parte della squadra di casa. Ma tant’è. Merito ai neri per aver saputo mettere a profitto nel modo più redditizio ciò che gli avversari hanno gentilmente concesso.

Scafati, sorniona, vince con il minimo sforzo, restando a sua volta imbattuta.

Nardò, da me pronosticata come possibile pretendente ai vertici della classifica, tra rinvii e soste ha giocato finora solo tre partite, ma vincendo a Cerignola chiarisce quali sono le sue intenzioni in questo campionato. Mentre proprio la neo promossa Cerignola continua a pagare un dazio troppo alto per il salto di categoria.

Sorpresa da Benevento che perde in casa con la gloriosa Partenope (Società che per decine d’anni l’ha fatta da protagonista nel campionato di serie “A” e nella quale ho iniziato, undicenne, a giocare facendo tutta la trafila delle giovanili, per poi passare ad una squadra di serie “B”). Salta l’allenatore Menduni, al suo posto coach Parrillo.

Non proprio una sorpresa la vittoria del Sarno ad Agropoli. Tuttavia il punteggio può raccontare di una squadra, Sarno appunto, con buona propensione offensiva e quindi temibile.

A proposito di attacchi, sono scomparsi dai tabellini i roboanti punteggi delle prime giornate di campionato. Segno di difese che diventano più arcigne, o fors’anche del prevalere di un gioco più controllato e perciò asfittico,

Il contropiede sembra un’arma ormai negletta dalle squadre. Perché? Perché riuscire a far canestro in contropiede con una certa continuità non scaturisce solo dall’essere molto veloci nel correre, bensì dal ridurre di tante frazioni di secondo tutti i momenti che compongono la manovra di sviluppo di quest’azione. E ciò implica curarne i particolari con attenzione, allenandosi con metodo.

Meno male che di tanto in tanto ci consoliamo con le partite del Sassari.

Osservo anche che raramente si vedono squadre proporre manovre organizzate, per sorprendere le difese, nell’ amministrazione delle… famose, o no, situazioni speciali (rimesse dal fondo e dal lato, la palla a due, le partenze da tiro libero non realizzato, le palle intercettate, etc.).

Durante una partita sarebbero sufficienti 2/3 azioni di questo tipo e qualche contropiede per accrescere di 12/15 punti il proprio bottino. Che non è poi cosa tanto male.

Forza neri.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.