Il personaggio della settimana: Marco Salari

Marco SalariOttava giornata di campionato appena trascorsa ed ottavo appuntamento con il nostro “personaggio della settimana”. Questa volta abbiamo deciso di dare spazio ad un giovane emergente e promettente come Marco Salari playmaker alle dipendenze di coach Sanfilippo nel Globo Isernia.

Marco Salari nasce a Los Angeles il 15 febbraio 1996 è alto 180 cm e pesa 80 kg. Ha giocato nel settore giovanile del Rieti (conseguendo la convocazione in nazionale under 15) e nel 2011 si è trasferito a Casalpusterlengo dove partecipa ai campionati giovanili, con qualche convocazione in DNA. Nel 2014 riceve la chiamata della Virtus Roma dove prende parte al campionato under 19 ed a quello di DNB. Nella stagione 2015/2016 compie il balzo in LegaDue accasandosi a Ravenna dove colleziona 11 presenze, mentre è storia recente il suo passaggio al Globo Isernia nel campionato di serie B girone D dove finora ha registrato numeri importanti che ne fanno un giocatore di prospettiva nel panorama del basket italiano. Nel suo curriculum anche la convocazione in nazionale under 19 guidata da Andrea Capobianco.

Anche Marco Salari ha accettato il nostro invito a scambiare quattro chiacchiere, prima della partita, per approfondire la sua conoscenza:

D: Nonostante la tua giovane età hai già maturato delle esperienze importanti nei principali campionati e in nazionale giovanile. Cosa hanno rappresentato per te?

R: "Per me hanno rappresentato un punto di inizio della mia carriera ed io cercherò sempre di fare meglio per arrivare ad essere un giocatore migliore di quello che sono."

D: Qual è il tuo sogno?

R: "Il mio sogno è di diventare il miglior giocatore possibile nella migliore categoria possibile dove posso arrivare."

D: C’è qualcuno nel mondo del basket a cui sei particolarmente legato?

R: "In generale i miei allenatori del passato, ci sono state persone a me molto vicine."

D: Quali sono i tuoi pregi ed i tuoi difetti? Cestisticamente parlando…

R: "Parto dai difetti e penso di non dover avere la discontinuità che ho avuto nelle ultime partite, devo cercare di essere più costante nel tiro e di essere più leader con i miei compagni, invece un mio pregio può essere quello di non darmi mai per vinto, se inizio male una partita cerco fino alla fine di recuperare per il risultato di squadra."

D: E nella vita di tutti i giorni?

R: "Nella vita ho imparato a non mollare mai perché le cose succedono per un motivo, giochi in un posto per un motivo, ti trovi in una situazione per un motivo, perciò bisogna tirarsi fuori da qualsiasi situazione perchè affliggersi è la cosa più sbagliata."

D: Che campionato pensi possa fare la tua squadra?

R: "Isernia ha come obiettivo la salvezza e questo inizio di campionato è stato abbastanza positivo, però sarebbe sbagliato adesso farsi i complimenti da soli, perché il campionato non è finito e può succedere qualsiasi cosa."

D: San Severo è conosciuta per essere una piazza calda…che sensazioni provi a giocare qui?

R: "San Severo è una grande grande squadra, c’è un grande pubblico, c’è una bella tradizione di pallacanestro, ne ho sempre sentito parlare bene e perciò sono molto felice di poter giocare su questo campo e anche davanti a questo pubblico oggi."

Ebbene, se Marco Salari si proponeva, nel prepartita, di essere più costante, a San Severo lo è sicuramente stato sfoderando un’ottima prestazione, tanto da essere stato l’MVP dell’incontro con 31 di valutazione frutto anche dei suoi 28 punti (con ben 7 su 8 da tre). Quanto al nostro piccolo quiz, Cristian Crudele fa tris indovinando ancora una volta il personaggio a cui avremmo dedicato la nostra rubrica per questa settimana: complimenti!! Il nuovo indizio è: si ispira a Metal Gear Solid. Come sempre potete interagire su facebook all’interno della sezione dedicata alla rubrica oppure inserendo un commento in calce all’articolo.

Ferdinando Maggio
Intervista di Paolo Marolla

Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.