CestNapoli2016 01Archiviata anche l'ultima amichevole casalinga della pre-season con la Cuore Basket Napoli, che schiera in campo una nostra vecchia conoscenza: Milos Visnic, ancora capace di tener botta sotto canestro e non solo, ritroviamo inoltre il sempre grintoso Barsanti e facciamo la conoscenza dei promettenti #25 Nicolic ed #7 Murolo. In panca siede l'affabile coach Ponticiello, ma la novità del giorno è vedere Pino Corvo, attivo fino al 2013 e vincitore dell'oro ai mondiali Over 40, nella pacata veste di D.S. parlare con gli arbitri e godersi la partita "con l'ossigeno al cervello".

Veniamo ai fatti rilevanti: contesa vinta da Morgillo, che parte in quintetto con Cecchetti, Ikangi, Torresi e Di Marco.

Polveri bagnate per tutti e primi due punti siglati da Cecchetti che prende anche un rimbalzo ma che quasi azzera il buon inizio con 2 falli commessi. Si inizia a girare meglio in attacco e Torresi piazza la prima tripla dopo che tutti hanno toccato palla. Di Marco serve prima Ikangi e poi manda in transizione Torresi e Cecchetti. Morgillo ha il suo bel da fare sotto le plance con  Visnic e Nicolic che collezionano l'80% dei punti e falli subiti nel quarto, ma è attento e ben piazzato specie quando "mura" a braccia alte una guardia avversaria. A meta quarto entrano Fabi e Ciribeni. Il primo dimentica subito la tripla fallita con un 2/2 dal pitturato e tanta difesa. Il secondo torna a calcare il parquet dopo aver smaltito i postumi della passata amichevole. Cecchetti non tarda a metter un gancetto dei suoi e si combatte tutti sotto canestro. Entra Cena e chiude con una tripla per il 22 a 15.

Secondo quarto con parzialone di 9/1 nei primi 4 minuti: Ikangi, Ciribeni e Torresi giocano a "chi tira meglio da tre". Si continua con Di Marco e Cecchetti, ma i due protagonisti napoletani del primo tempo ricuciono il divario con tanti punti dalla lunetta e un bel piazzato pesante a testa. 16-14 a due minuti, 18-17 all'ultimo giro di cronometro, ennesimi due punti di Visnic per il  sorpasso a 18-19, mentre Fabi non riesce a concretizzare l'ultimo possesso e relativo controsorpasso.

Anche il terzo quarto è una fiera del tiro pesante: ottima rotazione di palla e Torresi ne piazza altre due su due  (finirà con 6/7 da tre), Ikangi lo segue ma con più fatica (1/3 nel quarto) però nel pitturato siamo molto meno incisivi. La difesa funziona eppure lo show di Visnic continua: ne mette due da dietro il tabellone tra i sorrisi di tutti, altri due in "contropiede lento" e ancora un gancio e una  tripla per il 9-10. Barsanti sigla il 9-13. Morgillo non ci sta ed entra nel club delle triple per il 12-13. Cecchetti e Ciribeni tentano di variare il gioco e portano altri 4 punti per noi ma non bastano. Si chiude 16-19 perché i napoletani trovano anche i punti di Murolo.

Ultima decina, stessa sinfonia. La danza del TRE è ballata da Torresi e Di Marco per noi, Murolo e Visnic per gli ospiti. Comprimari d'eccellenza Ikangi e Barsanti che la prende come una gara 5 e risponde tiro su tiro. Dal quinto minuto sembra una partita di play off. Siamo sul 10-11 e alla via così, punto a punto fino al 26 pari con 3,56 secondi sul tabellone.

Il basket non è mai banale: la Cuore ci mette anche la testa. Ponticiello chiama time out e lo schema per il tiro rapido funziona: 26-28!

Partita divertente e tosta ben gestita dai due arbitri Paolo Pesante e Nicola Crudele che ringraziamo per la disponibilità.

Per quel che vale il punteggio, noi ne abbiamo fatti 82 e loro 81.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.