LNPFinalEight Match02

Continuiamo il nostro cammino di avvicinamento alla Final Eight di Coppa Italia presentandovi, questa settimana, il match tra Basket Barcellona Pozzo di Gotto e Bakery Piacenza.

Barcellona Pozzo di Gotto è un Comune di oltre 40.000 abitanti situato nelle immediate vicinanze di Messina ed è il più popoloso dell’Area Metropolitana dopo lo stesso capoluogo. Qui nasce, con il nome di Cestistica Barcellona nel 1976, una delle società di basket tra le più importanti in Sicilia, che ha scelto come colori sociali il giallo e il rosso. Nel 1993/1994 vince la serie D e l’anno seguente è finalista contro Reggio Calabria dei play off validi per la promozione in serie C. Nella stagione 1995/1996 si aggiudica l’ultimo posto valido per giocarsi la Poule promozione e accede ancora in finale play off, questa volta contro Teramo. La promozione in B la ottiene invece nel 1996/1997. Nei due anni seguenti annovera nel suo roster giocatori quali Matteo Soragna e Agostino Li Vecchi, mentre in panchina siede coach Giovanni Perdichizzi. Sfiora la promozione in A2 nell’anno del debutto in B, ma la ottiene la stagione successiva battendo in finale Ferrara. Nel 1999/2000 giunge seconda dopo la regular season perdendo soltanto in gara 4 dalla Snaidero Udine (80-81). Dopo varie vicissitudini, la stagione 2009/2010 la vide tornare in LegaDue sconfiggendo Forlì in finale play off; era l’anno in cui sedeva in panchina coach Franco Gramenzi. La promozione esalta l’ambiente e si allestisce un roster di tutto rispetto, con giocatori del calibro di Michael Hicks, Michele Cardinali, Joe Crispin, Andrea Ghiacci e Gennaro Sorrentino, allenati da coach Cesare Pancotto. Barcellona mantiene la serie A fino alla stagione 2015/2016 quando giunge all’ultimo posto del girone Ovest. Lo scorso anno si è qualificata per i play off promozione superando al primo turno Porto Sant’Elpidio e perdendo poi contro Campli. Classificatasi al primo posto nel girone D al termine delle gare di andata, Barcellona ha un roster affidabile, con giocatori quali Giovanni Bruni che viaggia ad una media di 18,2 punti a partita e che lo colloca sul gradino più basso del podio dell’intero girone; Daniele Grilli (16,5), Luigi Brunetti, ex San Severo nella stagione 2014/2015 (10,6 punti conditi da 8,3 rimbalzi, di cui 6,9 difensivi che gli valgono il terzo  posto nel girone D), Giacomo Sereni (60,7 % di realizzazione da due punti) e Mattia Caroldi, con coach Massimo Friso, in passato già vincitore di una Coppa Italia, a fare da direttore d’orchestra.

La Bakery Piacenza è squadra dalla storia recentissima, breve ma intensa, che deve la sua fondazione a Marco Beccari, patron della Bakery SPA, azienda leader in Italia nel mercato del pane surgelato. Nel 2011 rileva il titolo della Pallacanestro Roveleto dando vita alla Pallacanestro Piacentina. La nuova società parte subito forte e già nella stagione 2011/2012, pur perdendo in finale contro Cento, viene ammessa  alla serie B per meriti sportivi. Nel 2013/2014 giunge in finale, pendendola, contro Tortona, ma viene comunque ripescata ed acquisisce il diritto a giocare il campionato di LegaDue Silver. Nel 2014 viene realizzato un progetto importante con la creazione della Bakery Sport in cui confluiscono, in un unico progetto, la prima squadra ed il settore giovanile in cui il Presidente Beccari ha sempre creduto. Tuttavia il campionato 2014/2015 la vede retrocedere in serie B, da cui riparte con il chiaro intento di riconquistare la A. Infatti l’anno successivo vince la regular season nel girone A con 2 punti di vantaggio su Forlì,  ma dopo aver battuto ai quarti di finale con un secco 2-0 San Miniato la sua avanzata viene fermata in semifinale da Cento che si impone 3-1. Lo scorso anno si classifica al terzo posto del girone B, nei play off vince ai quarti contro Sant’Arcangelo di Romagna, ma ancora una volta le sono fatali le semifinali; questa volta è Omegna a farle abbandonare i sogni di gloria. Quest’anno è attualmente al secondo posto nel girone B, dietro Cento e in condominio con Crema. Dopo quattro vittorie consecutive sono arrivate due battute d’arresto, la prima interna contro Vicenza e la seconda esterna a Faenza. Roster esperto e profondo quello della Bakery, allenata da Claudio Coppeta, con giocatori navigati come Riccardo Pederzini che realizza in media 16,4 punti a partita, Riccardo Perego (14,4 punti e 6,5 rimbalzi), Rodolfo Rombaldoni (12,0 punti), e ancora Nicolas Stanic, Santiago Bruno ed Ernesto Birindelli. 

Ringraziamo gli allenatori e le rispettive società di appartenenza per le loro dichiarazioni sulla manifestazione che di seguito integralmente riportiamo:

D: Quanto è importante partecipare alla Final Eight di Coppa Italia e quanto è sentito l’evento nell’ambiente?

Coach Massimo Friso (Basket Barcellona): “La partecipazione alla Final Eight di Coppa Italia è stata un’esplicita richiesta della società, pertanto era un obiettivo dichiarato. Per questo motivo è sentita moltissimo sia dalla dirigenza che dalla piazza. Ritengo che questa partecipazione sia per Barcellona un risultato molto molto importante”.

Coach Claudio Coppeta (Bakery  Piacenza): “E’ decisamente molto importante partecipare a questo evento. Qualunque squadra vorrebbe parteciparvi e per noi è motivo di orgoglio esserci. Sarà anche un banco di prova in vista di quello che potrà venire dopo. Ci misureremo con squadre importanti e pertanto sarà un impegno probante che ci dirà molto sul nostro futuro in chiave play off. L’ambiente vive con serenità la nostra partecipazione e si attende che la onoriamo”.

D: Che partita sarà? Ce la descrive tecnicamente?

Coach Massimo Friso: “A dire il vero non ho ancora studiato bene i nostri avversari di Piacenza, ma conosco benissimo alcuni loro giocatori, dei veterani che ho anche avuto il piacere di allenare in passato, come Rodolfo Rombaldoni a Pistoia. Credo che avendo tanti veterani non possa non definirsi una squadra esperta. Ritengo sarà una partita che vedrà di fronte da una parte una squadra sbarazzina e giovane come la nostra, contro una con giocatori che hanno disputato olimpiadi e campionati di A1 e altri, come Riccardo Perego, che hanno vinto più campionati. Sarà comunque una bella sfida”.

Coach Claudio Coppeta: “Penso che sarà una partita dal livello tecnico molto elevato tra due squadre che stanno facendo molto bene nei rispettivi gironi”.

D: Un pronostico su chi vincerà...

Coach Massimo Friso: “Cento in questo momento mi sembra una squadra che gode di grande autostima. Le ultime partite le hanno addirittura vinte avendo fuori due giocatori del quintetto, pertanto il mio pronostico va a loro favore. Ma consideriamo anche che manca un mese e in un mese possono succedere tantissime cose ed anche il mercato può influire notevolmente”.

Coach Claudio Coppeta: “Io punto tutto sulla mia squadra. E’ ovvio che ci saranno altre squadre attrezzate per vincerla come Omegna, Barcellona, San Severo e, da non sottovalutare, Firenze, che può essere la sorpresa di questa edizione”.

Appuntamento alla prossima settimana con la presentazione del quarto di finale Paffoni Omegna vs Amatori Pescara... stay tuned!

Ferdinando Maggio
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

rotice 300x100enoagrimm

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.