TAGLIO BASSO: DA PORTO SANT'ELPIDIO A PORTO SANT'ELPIDIO
CIRIBENI VS TARANTO
Bentrovati e buon 2016, per la Cestistica iniziato nel migliore dei modi.
D) Siamo con Leonardo Ciribeni, cui domandiamo le generalità.
R) Ciao a tutti. Sono nato a Sant'Elpidio a mare, provincia di Fermo, il 10 Maggio 1992 (indiscrezioni lo collocano come secondogenito).

D) Quando hai incontrato Fratello Cesto?
R) La passione è nata a scuola, grazie ad un maestro (illuminato) che ci faceva giocare spesso a basket. Già a 7 anni ero nelle giovanili di PSE, che ha una notevole e illustre tradizione nel settore giovanile. Da lì sono arrivato direttamente a Pesaro (certo che natali favorevoli sono un vantaggio... ) Ho uno zio che giocava a basket in serie B ma la mia vocazione non nasce grazie a lui. (ma forse un pò di genetica...)

D) Quindi sei entrato da una porta principale: La Scavolini!
R) Sì, con Pesaro ho vinto uno scudetto juniores e a 18 anni mi allenavo nei 10 della prima squadra e in doppio tesseramento a Fossombrone in B, arrivando ai Play Off.

D) E hai sentito parlare di un certo Walter Magnifico?
R) Assolutamente. Water è stato un giocatore indimenticabile. Anche se non ho avuto la possibilità di vederlo in azione, rimane una bandiera del Basket pesarese.

D) E da quando campi di basket?
R) A Fosso avevo giusto il rimborso spese. Son diventato professionista andando a giocare ad Anagni, dove però ho preso solo 3 stipendi e ancora devo prendere una sommetta non indifferente (come a dire: indulgenze per il paradiso dei cestisti!). A seguire Riva del Garda, Capo d'Orlando (limitrofe!), Montegranaro ed ora San Severo.

D) La tua prima volta con Coen, descrivila.
R) Un grande allenatore che ti fa fare tanto lavoro in palestra e ti sa ben motivare. Appena ho sentito il suo nome associato a S.Severo ho rifiutato tutte le altre proposte, alcune anche economicamente più vantaggiose.

D) E' bastato solo il nomen?
R) Aggiungo che per stare bene e per giocare al meglio ho bisogno di un ambiente stimolante e serio. Non sono il tipo che accetta per esempio pochi allenamenti settimanali magari solo pomeridiani. "Coen più Cestistica"  era garanzia di grande professionalità e progettualità ambiziosa!

D) Ed ora come ti senti... da 0 a 100?
R) Rispetto all'inizio sono ad un buon 70-75%. Ho ancora un margine di miglioramento che mi voglio conservare per... dopo! (e tanto poi ti devi sbilanciare!)

D) Chi conoscevi dei tuoi attuali compagni di squadra?
R) Con Andrea Quarisa mi sono incontrato da avversario e noi abbiam vinto con due tiri liberi tirati da me a 35 decimi. Diciamolo, credo che ancora rosichi! (Ma dai....chi Andrea? Naaaaa!). Antonello Ricci invece era in foresteria a Pesaro nel mio stesso periodo.

D) Che ne pensi della prossima All Star Game di categoria? Due convocati e tu riserva a casa.
R) Gran bella soddisfazione per la società e per i singoli ma non mi piace la formula della riserva a casa. Io non andrò anche se mi dovessero convocare. Visto che non si tratta di una partita agonistica, piuttosto che tenerci in sospeso ad attendere magari di sostituire un collega infortunatosi all'ultimo minuto, si poteva direttamente ampliare la rosa dei convocati. (vero: si passa da "triste a iettatore"!)

D) Siamo a metà della stagione regolare. La squadra ha macinato tanta strada ma quanti e quali passi sono ancora da fare?
R) Migliorare sempre. E' ormai evidente che siamo un bel gruppo omogeneo e senza egoismi (e isteriche prime donne!). Siamo giovani con tanto entusiasmo, ben guidati e che si parlano molto in campo ed anche fuori. La nostra maggior forza è la coesione. Paghiamo però ancora un tot di inesperienza che si concretizza, a volte, in scelte di gioco e soluzioni... non delle più efficaci.

D) E che mi dici dell'impostazione di gioco?
R) Con Coen la difesa è prioritaria, sempre. Ancora ricordo con Monteroni quando eravamo sotto di 8. Piazzo una tripla e 2/2 da due ma faccio una cagata in difesa. Ovvio, son tornato in panchina. (Comunque gli vediam meno spesso le vene gonfie quest'anno... meno male!)

D) Come ti trovi da noi?
R) Benissimo. La società è puntuale nel pagare gli stipendi (cfr Anagni!) e si son prodigati per trovar una sistemazione adeguata alle mie richieste. Hanno confermato nei fatti le buone voci che giravano sulla piazza e sulle persone.

D) Entriamo nel personal/sentimentale. Che fai nel tempo libero, oltre a sto benedetto corso di inglese!
R) Sono felicemente fidanzato da due anni e la mia giornata tipo è: mattina sveglia, allenamento, casa, preparo pranzo e dormo. Pomeriggio allenamento, cena e dormo. Nei ritagli di tempo leggo, ma poco; 2 libri in un anno. (Dai, chi ben comincia...)

D) Sai cucinare? E cosa?  
R) Pasta in ogni salsa. Mangerei pasta a volontà anzi la mangio. La mia famiglia ha assaggiato le orecchiette fatte in casa. Ora tocca a me. La carne non mi fa impazzire e il vino lo gradisco con moderazione.

D) Passiamo ora alla sezione "inviti e pronostici".
R) Mi raccomando, tifosi e sostenitori, seguiteci sempre, anche nelle difficoltà, perché se saremo uniti ci toglieremo belle soddisfazioni. Prevedo play off (politico), Ottavo posto (bravo politico) e passaggio del turno (ottimo politico).

BI-SESTO  = 12!

San Severo, 7 Gennaio 2016

A cura di Pippo Mimmo

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.