logoLa società Cestistica Città di San Severo si dichiara costernata per la squalifica del campo per due giornate comminate dopo gara 3 con Cassino, anche perchè non ci sono le condizioni per presentare il ricorso. La società ritiene il provvedimento spropositato, ingiusto e penalizzante, visto il clima sereno e civile che da sempre ha contraddistinto questa compagine, unanimemente riconosciuto da avversari e sportivi locali.

Nella stessa partita in oggetto, nonostante la posta in palio, l'infortunio subito da un nostro tesserato (che fa il paio con un altro per così dire fortuito capitato in gara 2) ed il risultato penalizzante per i nostri colori non vi sono state intemperanze che giustificassero una sanzione così dura nè situazioni particolari che mettessero a repentaglio l'ordine pubblico. In questo campionato abbiamo spesso giocato in campi assolutamente non idonei, con condizioni di sicurezza per i nostri tesserati e i nostri tifosi poco consoni alla serie B di un campionato nazionale. Non abbiamo mai protestato, accettando sempre le decisioni prese da chi di dovere. Prendiamo atto che avere tanti tifosi in casa e fuori dà fastidio a qualcuno, ma nonostante tutto ciò andremo avanti. SEMPRE FORZA NERI, su tutto e su tutti.

Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

rotice 300x100enoagrimm

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, cliccando qualsiasi link all'interno del sito o semplicemente scrollando la pagina accetti il servizio e l'utilizzo dei cookie.